L'importanza della prevenzione infantile

Bambina che si lava i denti

Molti non lo immaginano, ma nei primi anni di vita la prevenzione è la chiave per evitare l'insorgere di patologie che potrebbero aggravarsi se trascurate. Visite dentistiche periodiche possono contribuire alla prevenzione della carie, delle malocclusioni, dei disturbi posturali e dell'articolazione temporo-mandibolare.

Per garantire un adeguato sviluppo dei denti è inoltre necessario eliminare alcune abitudini potenzialmente dannose quali l'uso di tettarelle o succhietti dolcificati. L'uso del ciuccio o il succhiamento del dito dovrebbero essere interrotti intorno ai 3 anni ed i succhietti a goccia dovrebbero essere preferiti a quelli a forma di ciliegia.

Affidare ad un professionista competente la cura dei denti dei più piccoli rappresenta la scelta migliore in quanto ogni interventomodifica in modo permanente la posizione dei denti, ottimizza la masticazione, riduce il rischio di carie, di disturbi dell'articolazione temporo-mandibolare oltre che posturali.

La prevenzione è però anche indiretta e si avvale dell'aiuto dei genitori che vanno motivati ed educati a tutte le problematiche connesse alla sfera orale. I denti da latte non solo assolvono alla funzione masticatoria ma preparano lo spazio necessario ai denti permanenti. La visita è consigliabile dai 3 ai 6 anni quando tutti i denti da latte sono ancora presenti. Il bambino va inoltre rivisto a cadenze regolari per evitare fastidiose complicazioni e l'aggravarsi di patologie già presenti.