BRUXISMO

Bruxismo è una parola greca che significa, tradotto in italiano corrente, digrignare i denti. ll termine bruxismo definisce una particolare patologia, che traumatizza alcune parti del cavo orale. Si ha quando il soggetto tende a sfregare i denti tra loro e accade per lo più durante il sonno e spesso la persona non si accorge di nulla. La sensazione di stanchezza dei muscoli facciali al mattino e un’eventuale dolia generalizzata ai denti, possono far intuire che il paziente digrigni. L’odontoiatra si accorge di questa attività dentale notturna, in quanto i denti si consumano. Il maggior implicato tra le cause è lo stress psico emotivo, piuttosto che una malocclusione fra i denti che predispone a ciò. Se il digrignamento prosegue indisturbato, può portare ad una scheggiatura di alcuni elementi o l’usura di questi può creare sensibilità agli stimoli termici e richiedere la devitalizzazione degli stessi.

DOMANDE FREQUENTI

In che modo si può correre ai ripari? Applicando una sorta di paradenti, bite, durante le ore notturne. Questo dispositivo evita l’usura dei denti perchè questi non si trovano più a contatto tra loro. Si trova preformato nelle farmacie, ma spesso risulta scomodo e non viene portato. Se invece viene fabbricato dopo aver preso impronte dal dentista questo risulta individuale, si può decidere la forma ed il materiale più efficace per quel paziente, e risulta così molto più confortevole.


Calco per byte
Byte per denti